Oggi  visitiamo "Parco Regionale del Trasimeno"

Quadro lacustre e collinare con le attività antropiche che gli sono proprie ed insieme insostituibile zona di sosta per l'avifauna migratoria e sede vitale di importanti specie ittiche. E' il paesaggio storico inconfondibile riprodotto nelle tavole di tanti maestri pittori del secolo XV. Il suo delicato equilibrio idrologico e biologico ha imposto l'intervento da sempre di salvaguardia dell'uomo,

necessario, ancora oggi, per la salvezza della risorsa. Il lago Trasimeno, con i suoi dintorni, è la parte più caratteristica e suggestiva del perugino. Chiuso su tre lati da dolci colline, con il vasto specchio d'acqua, ora verde ora ceruleo, la cui superficie si confonde a tratti con le rive coperte da fitti canneti, costituisce sempre una straordinaria attrattiva, un modello unico di spazialità e di equilibrata serenità del panorama.
Dallo specchio lacustre emergono tre isole: La Polvese - 64,4 Ha - di proprietà dell'Amministrazione provinciale, La Maggiore - 23,2 Ha - ancora abitata in modo permanente, La Minore - 6,5 Ha - disabitata e lembo di un ambiente totalmente naturale. La vegetazione palustre, sia natante che sommersa, è particolarmente ricca con predominanza del fragmiteto. La fascia litoranea al bacino lacuale oltre alla vegetazione ripariale, presenta tratti di lecceto, rovere, quercia nonché di giglio acquatico. Nelle isole, oltre alla vegetazione idrofitica e spondale, sono presenti l'ulivo e il pino. Le acque del lago ospitano una ricca ittiofauna, in parte di pregio: la tinca, l'anguilla, la carpa, il luccio, il persico reale. Con l'immissione del pesce gatto o per cause, del modificarsi dell'habitat, quest'equilibrio di specie appare rotto ed impoverito. L'avifauna è presente con i rapaci come i1 biancone, i1 gufo reale e il falco pescatore ma soprattutto, con l'eliminazione della caccia nel Parco, si è moltiplicata l'avifauna migratoria. Oggi popolano il Trasimeno l'airone, la cicogna, la garzetta, il tarabuso, il cigno selvatico, il fischione, il germano reale, la moretta, l'oca selvatica, lo smergo, il cavaliere d'Italia, il gabbiano, la folaga, la gallinella d'acqua, lo svasso. In questi ultimi anni la presenza del cormorano è diventata così numericamente importante - 2.000/3.000 capi - e accompagnata da tentativi di nidificazione tanto da rendere necessario azionare forme di dissuasione. Di alcune specie faunistiche è praticato il contenimento: la nutria ed il cinghiale.
Il Trasimeno ha tutte le caratteristiche di una grande risorsa naturale che va rigorosamente tutelata e che va promossa per usi compatibili alla sua conservazione. Gli abitanti dei Comuni del Trasimeno e gli umbri tutti hanno, pur tra mille difficoltà, saputo tutelare il loro lago le cui acque sono costantemente balneabili, le cui valli e le cui isole sono ambiti territoriali integri e quindi specchio di un passato millenario e tema per un presente idoneo a scoprire un rapportarsi nuovo dell'uomo con i suoi habitat.
Il Parco è quindi lo strumento per tutelare e valorizzare il Lago Trasimeno, il maggiore dell'Italia peninsulare con la sua superficie di 128km/q, inferiore di poco a quella del Lago di Como. Oltre allo specchio d'acqua è compreso nel Parco tutto il sistema spondale che lo circonda ivi compresi i centri storici minori e maggiori come quelli di Castiglione del Lago e di Passignano. Il Trasimeno è stato storicamente chiamato "il lago di Perugia" e questa definizione fa ben comprendere l'importanza che il bacino lacuale ha sempre avuto ed ha per tutta l'Umbria nord-occidentale e per il territorio della Chiana toscana. L'area di gravitazione sul Trasimeno e sul suo Parco non è facilmente definibile perché varia per funzioni e tempi. La pressione antropica massima si verifica nei mesi estivi, per finalità turistiche e ricreative, ed in tale occasione il turismo domenicale è alimentato da stranieri, da residenti di gran parte della Provincia di Perugia, dei Comuni della Chiana toscana fino ad Arezzo. In tali occasioni sono state stimate punte di presenza di visitatori di 30.000 unità oltre agli abitanti della struttura urbana circumlacuale.
Tratto dal sito ufficiale della regione Umbria - Parco del Trasimeno

Benvenuti nella sezione "Informazioni turistiche", qui troverete tutte le indicazioni su:

  • Benessere
  • Comuni
  • Musei
  • Viaggi

e altre strutture in cui potrete trascorrere i vostri momenti di vacanza e relax.

Trovate sul menù a sinistra le regioni che sono state attivate